Un accesso difficoltoso ed un adeguato impianto di illuminazione sono importanti per bloccare eventuali tentativi di furto, ma a volte non sono sufficienti. Per avere una sicurezza completa è necessario quindi installare degli adeguati impianti antifurto per ponteggi. Ci sono diversi aspetti da valutare per scegliere il miglior modello che deve essere quasi realizzato su misura a seconda del cantiere in cui ci si trova. Ad esempio, materiali ed attrezzature all’interno del cantiere non devono bloccare il funzionamento dell’impianto e l’apertura di finestre, o comunque i movimenti “normali” degli abitanti dell’edificio non devono far entrare in funzione l’allarme.

Antifurto per ponteggi: caratteristiche, costo, ecc.

Per capire le caratteristiche che dovrà avere l’antifurto che vogliamo installare, è necessario individuare quali sono i passaggi “pericolosi” e prevedere quindi un controllo maggiore di queste aree. In caso di cantiere di grandi dimensioni questi punti deboli possono però essere molti – troppi – quindi un’altra soluzione potrebbe prevedere l’installazione di una serie di sensori anti-arrampicamento bidirezionali. Il costo di un impianti antifurto per ponteggi varia a seconda delle sue caratteristiche, dell’area che deve ricoprire, della tecnologia che viene utilizzata, ecc. In caso di utilizzo saltuario si può anche valutare l’acquisto di un impianto di seconda mano, purchè totalmente funzionante ed in regola, oppure il noleggio.

Chiedere agli esperti per la valutazione

Scegliere l’impianto antifurto ottimale per il cantiere in questione è un fattore determinante per la sicurezza. Non bisogna quindi scegliere a caso solamente perchè siamo attirati da una particolare offerta o da un costo minore di un impianto rispetto ad un altro. Una serie di valutazioni tecniche sono necessarie per capire qual è l’impianto migliore da utilizzare e per questo è sempre necessario rivolgersi ad uno specialista, per esempio di Morello Impianti, per una consulenza.