Senza dubbio i ponteggi rappresentano un particolare punto di vulnerabilità all’interno di un cantiere edile. Non è raro infatti che le impalcature, durante una fase di ristrutturazione esterna, appoggiate al perimetro degli edifici vengano sfruttate da malintenzionati per compiere furti. Per questo motivo vengono adottati sempre più sistemi di allarme appositamente studiati nel caso di cantieri e ponteggi.

Sistema di allarme per ponteggi: come funziona

Questi impianti realizzati specificatamente per rispondere alle esigenze di cantieri edili, sono dotati di specifici rilevatori idonei ad ambienti così mutevoli, come appunto quello dei cantieri. Questi sistemi sono generalmente molto semplici da installare ed allo stesso  tempo molto efficienti. Possono essere sia comprati che noleggiati – in entrambi i casi è necessario comprovare che il loro funzionamento sia impeccabile. In generale permettono di rilevare e segnalare la presenza di estranei al di fuori degli orari di lavoro del cantiere. Una caratteristica importante di questi sistemi sta nella possibilità di espandere tempestivamente il loro raggio d’azione in modo da potersi adattare alle diverse situazioni.

Non esistono leggi specifiche che obblighino l’utilizzo di sistemi antifurto per ponteggi, ma i vantaggi sono innegabili. L’impresa che esegue i lavori ha, in generale, l’obbligo di accertare che tutto il cantiere, e quindi anche gli eventuali ponteggi, non vadano a causare pericolo per i condomini o per le persone che transitano vicino. Indirettamente quindi, un sistema di allarme è più che motivato.
Per saperne di più e decidere che tipo di sistema di allarme è necessario per il vostro tipo di cantiere – esistono infatti diverse varianti – non esitate a pontervi in contatto con il team di professionisti di morello impianti, da anni operante con successo nel settore.