La sorveglianza nei cantieri

La sorveglianza nei cantieri é un tema che i professionisti del settore devono conoscere fin nei minimi dettagli. Nelle normative in vigore, nello specifico l’art. 97 del Testo Unico sulla Sicurezza, non si prevede obbligatoriamente la presenza fisica continuativa del committente, del responsabile dei lavori e/o del coordinatore per l’esecuzione di essi. Il preposto é l’unica persona che necessariamente deve essere presente dato che “sovrintende l’attivitá lavorativa, ne garantisce l’attuazione e controlla l’esecuzione”. In questo caso é quindi necessario definire il soggetto che ha l’obbligo del controllo – e che quindi deve essere presente in cantiere.

Cantieri la figura del preposto

Il preposto non é una figura obbligatoria, ma lo diventa quando il datore di lavoro non puó in prima persona sovrintendere all’attivitá di cantiere. Il preposto é dotato di potere gerarchico e funzionale e deve necessariamente possedere determinate competenze professionali per ricoprire il ruolo.

Ci sono peró dei casi particolari in cui il preposto diventa una figura obbligatoria. Fra questi casi contiamo il montaggio e smontaggio dei ponteggi ed i lavori di demolizione. Inoltre, secondo normativa, la figura del preposto diventa necessaria anche durante attivitá pericolose come la costruzione, sistemazione, trasformazione o smantellamento di una paratoia o di un cassone in cantieri temporanei o mobili.

La formazione del preposto

Esistono appositi corsi di formazione per coloro che andranno a ricoprire il ruolo di preposto. Per quanto riguarda le fasi di montaggio e smontaggio dei ponteggi, la formazione obbligatoria é specificata nell´articolo 37 del DLgs 81/2008. Per quanto riguarda invece le altre attivitá ritenute pericolose, non esiste specifica su alcun tipo di formazione.

Si tratta di un argomento delicato e che, se malinterpretato o preso con leggerezza, in caso di incidente puó portare a gravi conseguenze. Per questo consigliamo sempre di rivolgersi a professionisti del settore, in continuo aggiornamento ed estremamente specializzati…come gli specialisti di Morello Impianti!

 

 

Quadro elettrico da cantiere

Quadro Cantiere

Il quadro elettrico di un cantiere è il punto di originae dell’intero impianto elettrico. Si tratta quindi di un dettaglio fondamentale. Questo coincide con il punto di fornitura o, nei casi in cui l’alimentazione è derivata da un impianto esistente, con i morsetti dell’interruttore immediatamente a monte della linea di cantiere.

Tipologie di quadro elettrico

Il quadro elettrico puó essere fisso oppure trasportabile o semifisso. In questi ultimi casi la posizione puó essere variata durante i lavori di cantiere, a seconda della comoditá e/o della sicurezza. Lo spostamento chiaramente deve essere attuato solamente dopo aver posto fuori tensione il quadro.
Le tipologie di quadri elettrici per cantieri da utilizzare sono:
– Quadro di alimentazione di entrata e di misura: per la connessione alla rete pubblica;
– Quadro ASC di distribuzione principale: collocato a valle del quadro di alimentazione e composto da un’unitá di entrata e da uno o più vie di uscite;
– Quadro ASC di distribuzione: puó derivare dal quadro di alimentazione di entrata o da quello di distribuzione principale; il suo scopo è fornire energia per l’illuminazione, la forza motrice e l’alimentazione di eventuali quadri secondari e/o macchinari;
– Quadro ASC di trasformazione: contiene l’unitá di trasformazione bassa/bassissima tensione;
– Quadro ASC di distribuzione finale: a questo vanno collegati tutti gli attrezzi elettrici portatili ed eventuali altri macchinari;
– Quadro ASC di prese a spina, le cui unitá sono tutte costituite da prese a spina, come dice giustamente il suo nome.

La sicurezza del quadro elettrico

Come in ogni cosa, la sicurezza occupa il primo posto nella lista delle priorità. Per questo motivo é opportuno predisporre un comando di emergenza che permette di interrompere immediatamente l’alimentazione di tutto l´impianto elettrico (o di una sua parte), in caso di pericolo. Per questo scopo si possono utilizzare l´interruttore generale del quadro, eventualmente indicato da apposita segnalazione, oppure un classico pulsante a fungo di colore rosso.
La sicurezza nei cantieri é una necessitá assoluta e che non ammette errori. Morello Impianti, con anni di esperienza alle spalle, é il partner ideale in questo campo.

Ponteggio allarmato

Quando si svolgono lavori edili di qualsiasi tipo e dimensione, le impalcature possono rappresentare una facile via di accesso alle abitazioni private ed il capo cantiere puó essere chiamato a rispondere nel caso di situazioni spiacevoli.
Gli inquilini non hanno mai visto di buon occhio la presenza di ponteggi sulla facciata della propria casa, non solo per il chiaro disturbo che un cantiere arreca, ma anche per questioni di sicurezza.
Nel campo della giurisprudenza non sono pochi i casi in cui il capo cantiere é stato chiamato a rispondere dei danni subiti da condomini che sono stati derubati. In questi casi é stata sufficiente la prova che l´ingresso dei ladri é avvenuto grazie a ponteggi non adeguatamente sicuri e protetti. Addirittura, alcuni comportamenti dei condomini che in altre situazioni sarebbero stati attentamente presi in considerazione, come ad esempio aver lasciato finestre aperte o non aver messo in sicurezza i beni di valori, in casi come questo non vengono considerati.

L’importanza degli allarmi 

Appare quindi ovvio come sia necessario dotare i ponteggi di adeguati impianti antintrusione. I classici metodi, come un adeguato impianto di illuminazione, contribuiscono certamente alla sicurezza, ma non sono sufficienti. L’impianto antintrusione non é peró un “giocattolino” e deve essere installato facendo attenzione a particolari dettagli.
Bisogna innanzitutto considerare che si trova all’interno di un cantiere, il che lo pone potenzialmente a rischio di urti e spostamenti, nonché di venire ostacolato da attrezzature e materiali. Inoltre, alcuni movimenti, come ad esempio la normale apertura di una finestra non devono farlo azionare. E ancora, i ponteggi possono essere sottoposti a vibrazioni scaturite per qualsiasi ragione – anche il vento – e, anche in questo caso, l´impianto non dovrá attivarsi senza ragione.

Rivolgersi ad uno specialista

Per questi motivi é necessario sempre rivolgersi a specialisti del settore che potranno analizzare la situazione ed installare l´impianto di sicurezza piú idoneo in base alle esigenze.
Morello Impianti tiene alla sicurezza dei suoi clienti e dei loro beni.

Messa a terra ponteggi

Ancora oggi, non è chiaro quando un ponteggio in cantiere debba essere messo a terra oppure no. Cerchiamo quindi di chiarire la situazione. Le motivazioni primarie che determinano se un ponteggio deve essere messo a terra, possono essere raggruppate in tre casi specifici: dimensioni notevoli, massa da proteggere, massa estranea.

Dimensioni notevoli e massa da proteggere

Nel primo caso, per stabilire se un ponteggio situato all’aperto puó essere considerato di “notevoli dimensioni”, bisogna eseguire una verifica in base alla Norma vigente CEI EN. Un ponteggio è di notevoli dimensioni quando il potenziale pericolo di un fulmine supera quello ritenuto nella norma relativamente alle sue dimensioni, al Comune in cui si trova, al tipo di suolo/resistivitá ed alla sua posizione (ad esempio, in cima ad una collina = piú rischio).

Nel secondo caso, nel momento in cui sul ponteggio sono installati apparecchi o componenti elettrici, è necessario valutare la classe di questi. Se questi sono di classe II, si puó definire una “massa” e quindi è necessaria una protezione contro i contatti indiretti.

Massa estranea

Nel terzo caso, per “massa estranea” si intende una parte conduttrice – che non riguarda minimamente l’impianto elettrico – la cui presenza puó essere un pericolo come contatto indiretto. Quando la resistenza del ponteggio verso terra è minore di 200 ohm, il ponteggio diventa una “massa estranea” e deve essere messo a terra. È sempre necessario misurare la resistenza verso terra mediante un apposito misuratore, in modo da capire se ci troviamo di fronte ad una “massa esterna” oppure no.

L’usanza di collegare sempre a terra i ponteggi seguendo la linea di pensiero per la quale “è meglio un collegamento in piú che uno in meno” non è esattamente la via corretta.  Bisogna essere consci del cantiere in cui si va a lavorare, sapere quali sono i rischi e quali le sicurezze. In caso di dubbi, rivolgetevi ad esperti del settore che potranno guidarvi correttamente, come Morello Impianti.

 

Antifurti per ponteggi

I ponteggi possono essere un punto molto vulnerabile di un cantiere; piú spesso di ció che si immagina infatti le impalcature addossate alle pareti degli edifici in fase di ristrutturazione vengono utilizzate da malintenzionati e ladri. Non solo ci riferiamo a grandi cantieri, ma anche – e soprattutto – a piccoli cantieri, come nel caso di abitazioni singole.

I sistemi di allarme per ponteggi

I sistemi di allarme per ponteggi ci forniscono un valido aiuto contro questo tipo di spiacevole situazione. Questo tipo di tecnologia é dotata di rilevatori che possono essere installati nei piú disparati ambienti; il montaggio é davvero semplice e l´efficienza é molto alta. Questi apparecchi sono in grado di rilevare la presenza di estranei nell´area al di fuori degli orari di lavoro concordati.
I sistemi di allarme per ponteggi non sono obbligatori per legge, ma rappresentano sicuramente un vantaggio ed una sicurezza, non solo per gli abitanti dell´edificio in ristrutturazione ma anche per l´impresa responsabile dei lavori. Non dimentichiamo inoltre il rispetto dei canonici metodi di prevenzione, fra cui un´adeguata illuminazione dei ponteggi durante le ore notturne, cartellonistica deterrente e la rimozione, dopo la giornata lavorativa, di scale ed appoggi nei piani inferiori in modo da rendere piú difficoltosa l´ascesa di un eventuale intruso ai piani alti. Soluzioni sicuramente da seguire, ma in caso di malintenzionati (davvero malintenzionati!) sicuramente insufficienti. I sistemi di allarme per ponteggi sono quindi una notevole – e necessaria – integrazione per permettere all´impresa ed ai residenti di dormire notti tranquille e di iniziare la giornata senza brutte sorprese.

Sicurezza e innovazione

Morello Impianti ha a cuore la sicurezza dei suoi clienti e per questo fornisce gli impianti più innovativi in questo campo, adatti ad ogni tipo di ambiente e di cantiere e che, una volta installati, saranno in grado di assicurare la massima protezione.

Impianto elettrico di cantiere

L’impianto elettrico di cantiere è di fondamentale importanza per quanto riguarda la sicurezza degli addetti ai lavori e spesso viene sottovalutato, soprattutto nel caso di cantieri di ridotte dimensioni e durata.

Vediamo quali sono le valutazioni da effettuare preliminarmente e l´operativitá necessaria per un´adeguata installazione e certificazione.

L’impianto elettrico di cantiere si origina dal punto di allacciamento della linea di alimentazione del quadro generale. Se la linea deriva invece da un impianto esistente, il punto di allacciamento corrisponde con l’interruttore a monte.  Nel caso di piccoli cantieri, per esempio quelli interni alle abitazioni ed agli appartamenti, l’alimentazione puó essere tramite presa a spina, la quale diventa quindi l’origine dell’impianto.

Le linee guida per la sicurezza

Ecco alcune linee guida da rispettare per la sicurezza in ambito di impianti elettrici di cantiere:

  • I cavi devono essere scelti in base alle sollecitazioni a cui puó andare incontro il cavo elettrico stesso. Fondamentale é la posa secondo indicazioni del fabbricante del cavo, in modo da evitarne il danneggiamento. E´ consigliabile inoltre evitare l´utilizzo di cavi in PVC in ambienti esterni.
  • Le prese e le spine devono resistere a qualsiasi situazione si possa verificare, questo riguarda l’eventuale presenza di acqua, polveri e rischio di urti.
  • Gli adattatori e le prese multiple possono essere utilizzati solo temporaneamente e per breve durata in cantieri di piccole dimensioni, a patto che non vi sia la presenza (o il rischio di presenza) di acqua, polveri, urti.
  • Una protezione contro i contatti diretti deve essere sempre garantita, ad esempio, attraverso involucri o barriere. Inoltre, tutti i circuiti che alimentano prese e spine devono essere protetti da interruttori differenziali ad alta sensibilità (30mA).

Poniamo particolare attenzione alla sicurezza

Morello Impianti pone particolare attenzione alla sicurezza ed alla protezione di chi andrá ad utilizzare i suoi prodotti. Fondamentale é porre attenzione al corretto montaggio ed installazione e all’analisi dei rischi, seguite quindi i consigli di questo nostro articolo.

 

 

Benvenuti in Morello impianti

Esperienza pluriennale, materiali e tecnologie di ultima generazione, personale qualificato e rapidità nelle tempistiche: questo è Morello Impianti. Ma come nasce questa azienda che ha ormai raggiunto un ruolo di spicco nel mercato del Nord Ovest Italia? Marco Morello, dopo anni di esperienza lavorativa nel settore dei cantieri, è riuscito ad ottenere un parco clienti sempre più ampio, non solo grazie all’alta qualità dei suoi lavori, ma anche grazie alla sua professionalità e cortesia.
Morello Impianti ha conquistato oramai una posizione leader nel Nord Ovest Italia ed ha raggiunto il livello più alto per quanto riguarda servizio di assistenza e montaggio di antifurti e di impianti per cantieri. Un’azienda che mette il cuore e l’anima, con un personale volenteroso e dinamico pronto ad offrire un servizio accurato e preciso.

Morello Impianti si avvale dell’innovativo sistema FAST HOOK

Con questo sistema, si garantisce l’installazione dei servizi richiesti in meno di 24 ore dalla conferma. Questo sistema riduce notevolmente le tempistiche necessarie all’installazione degli impianti in cantiere.
Quindi, cosa volere di più? Velocità, serietà, qualità, professionalità e cortesia. Non rimane che contattare gratuitamente Morello Impianti per ricevere la migliore proposta su misura contornata dal miglior servizio.

Il nuovo BLOG

Da oggi inoltre, Morello Impianti apre questo blog interamente dedicato al suo mondo, nel quale troverete informazioni di interesse non solo per gli addetti ai lavori ma anche per i clienti. Si andrà a scoprire insieme questo settore interessante e non potranno mancare informazioni su ciò che Morello Impianti può offrire nell’ambito di ogni argomento specifico. Continuate a leggere gli articoli quindi e sarete pervasi dalla passione che prova ogni giorno il team nei confronti di questo affascinante mondo. Benvenuti in Morello Impianti!

 

 

1 5 6